Trapianto di mano paziente impara a Crochet

da Kathryn su Novembre 10, 2011 · 0 commenti

in Crochet Notizie

woman crocheting Hand Transplant Patient Learns to Crochet

Jessica Arrigo sempre voluto imparare a uncinetto. E 'stato un sogno di una vita. Suona come un compito semplice, ma è stato reso molto più difficile per il fatto che aveva perso entrambe le mani ad una infezione. Così, quando Arrigo ha ricevuto un trapianto di mano, una delle prime cose che ha imparato come fare era come uncinetto.

Ho imparato a conoscere questa storia durante la lettura di una storia ABC News su un trapianto dual mano che è stato recentemente completato presso l'Università della Pennsylvania. La donna che ha ricevuto il trapianto, che ha voluto rimanere anonimo per cui i ricercatori della storia intervistato Arrigo che ha ricevuto un trapianto di mano circa un anno fa presso l'Università di Pittsburgh.

Arrigo aveva perso entrambe le mani ed entrambi i piedi a causa di un'infezione nel suo sangue. Ha a che fare a terapia fisica per mantenere la sua nuova mano lavorando bene, ma lei è felice di averlo. Oltre a imparare a uncinetto, ha imparato a volare un aereo e celebra essere in grado di tenere il suo bambino figlia.

Per quanto riguarda il crochet va, era qualcosa che aveva voluto imparare prima aveva perso le mani. Ha presumibilmente mai avuto intorno a prendere il tempo per imparare. Una volta che ha avuto il trapianto, lei probabilmente si rese conto che lei non dovrebbe mai mettere queste cose fuori che vuole fare!

Direi che il movimento ripetitivo di uncinetto è effettivamente un bene per lei mano. E 'una grande forma di terapia fisica per le persone che stanno lavorando per sviluppare le loro capacità manuali. Mi piacerebbe vedere quello che ha sta facendo!

pinit fg en rect gray 28 Hand Transplant Patient Learns to Crochet
Ti piace questo post, si prega di premere il pulsante di condivisione! Piace molto quello che sto facendo con Crochet concupiscenza? Iscriviti a Crochet concupiscenza via e-mail

Post precedente:

Next post: